Carenza della Sanità e del Socio-assitenziale in Sardegna, il 7 luglio mobilitazione dei pensionati di CGIL CISL UIL

11/06/2021

Carenza della Sanità e del Socio-assitenziale in Sardegna. Mobilitazione dei pensionati. Il 7 luglio presidio davanti al Consiglio regionale. Ai primi di ottobre una “Marcia della salute” attraverserà l’intera isola. I direttivi unitari confederali dei pensionati rilanciano la “vertenza sanità” in Sardegna. Primo atto della mobilitazione mercoledì 7 luglio con un presidio davanti al Consiglio regionale. Il secondo appuntamento, molto più articolato e diffuso, tra fine settembre e inizio di ottobre 2021 Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil realizzeranno una vera e propria “Marcia della Salute" che attraverserà tutti i territori isolani.“

[Approfondisci]

Report settimanale della campagna vaccinale anti Covid_dati Sardegna al 23 04 2021

26/04/2021

Il Report settimanale della campagna vaccinale anti Covid-19, a cura della Presidenza dei Ministri, aggiornato al 23 aprile, ci dà un quadro sulla vaccinazione nelle varie regioni. Per la Sardegna si evidenziano i seguenti dati:
VACCINAZIONE CATEGORIA ETÀ MAGGIORE DI 80 ANNI
POPOLAZIONE OVER 80 (**) 124.768
1^ DOSE (***) 88.251 (70,73%)
1^ E 2^ DOSE 59.816 (47,94%)
IN ATTESA DI 1^ DOSE 36.517 (29,27%)
VACCINAZIONE CATEGORIA ETÀ TRA 70-79 ANNI
POPOLAZIONE 70-79 (**) 175.751
1^ DOSE (***) 68.255 (38,84%)
1^ E 2^ DOSE 9.468 (5,39%)
IN ATTESA DI 1^ DOSE 107.496 (61,16%)
NOTE: (**) platea vaccinale rilevata con il sistema informatico “Tessera Sanitaria” e verificata dalle Regioni – Province Autonome (***) somministrazioni rilevate dal sistema "report vaccini anti COVID 19 - www.governo.it"
VACCINAZIONE CATEGORIA OSPITI RSA
POPOLAZIONE OSPITE RSA (**) 9.642
1^ DOSE (***) 9.642 (100%)
1^ E 2^ DOSE 8.015 (83,13%)
IN ATTESA DI 1^ DOSE 0 (0,00%)
NOTE: (**) platea vaccinale comunicata dalle Regioni - Province Autonome (***) somministrazioni rilevate dal sistema "report vaccini anti COVID 19 - www.governo.it"
VACCINAZIONE CATEGORIA PERSONALE SANITARIO
POPOLAZIONE PERSONALE SANITARIO (**) 49.613
1^ DOSE (***) 49.613 (100%)
1^ E 2^ DOSE 39.564 (79,75%)
IN ATTESA DI 1^ DOSE 0 (0,00%)
NOTE: (**) platea vaccinale individuata dalle Regioni e Province Autonome. Le modalità di rilevazione e prenotazione possono variare in base ai criteri stabiliti da ciascuna Regione e possono comportare incrementi della platea vaccinale. (***) somministrazioni rilevate dal sistema "report vaccini anti COVID 19 - www.governo.it"
VACCINAZIONE CATEGORIA PERSONALE SCOLASTICO
POPOLAZIONE PERSONALE SCOLASTICO (**) 44.105
1^ DOSE (***) 21.616 (49,01%)
1^ E 2^ DOSE 635 (1,44%)
IN ATTESA DI 1^ DOSE 22.489 (50,99%)
NOTE: (**) platea vaccinale individuata dalle Regioni e Province Autonome. Le modalità di rilevazione e prenotazione possono variare in base ai criteri stabiliti da ciascuna Regione e possono comportare incrementi della platea vaccinale. (***) somministrazioni rilevate dal sistema "report vaccini anti COVID 19 - www.governo.it"

[Approfondisci]

L'attesa condanna gli anziani

18/04/2021

Dai dati del report settimanale al 16 aprile 2021 delle vaccinazioni anti-Covid19, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, emerge, come da noi più volte denunciato, il contesto emergenziale soprattutto per i cittadine e cittadini con fascia di età 70 - 79 anni, ai quali si aggiungono la totale incertezza per le vaccinazioni dei cosiddetti soggetti "fragili" ai quali nessuno ad oggi da certezza sulla prenotazione e vaccinazione.

[Approfondisci]

Proietti: Governo continua a sbagliare il calcolo della spesa pensionistica

16/04/2021

È stupefacente la pervicacia con la quale il governo continua a calcolare in maniera sbagliata la spesa per pensioni nel nostro Paese. Nel Def, infatti, si indica un spesa pari al 16% del Pil nei prossimi anni. Quando tutti gli Osservatori, compreso l'Inps, la calcolano intorno al 12%, perfettamente in linea con quello che avviene negli altri paesi europei. Questo è tafazzismo allo stato puro e comporta problemi al nostro paese nel rapporto con la UE nel momento in cui c'è, invece, bisogno di definire una flessibilità di accesso alla pensione con l'esaurirsi di quota 100. Questo fa il paio con il fatto che la Commissione istituzionale per separare l'assistenza dalla previdenza, insediata dopo un anno di lunga gestazione, non viene convocata dal Ministro del Lavoro da ormai due mesi. Su questo tema la UIL chiede al Governo un vero e proprio cambio di passo per affrontare tutte le questioni aperte del nostro sistema previdenziale, dalla future pensioni dei giovani alla valorizzazione del lavoro di cura delle donne e della maternità, dalla adeguatezza delle pensioni in essere al rilancio delle adesioni alla previdenza complementare.
Roma, 16 aprile 2021

[Approfondisci]

Nasce “Lavoro Europeo”. La rivista online che raccoglie il testimone della storica testata della UIL

14/04/2021

Da oggi, è on line “Lavoro Europeo” https://lavoroeuropeo.eu/ . Il nuovo periodico raccoglie il testimone della storica testata della Uil, “Lavoro Italiano”, nata oltre 70 anni fa insieme alla Confederazione di via Lucullo.

[Approfondisci]

Non autosufficienza: al via il Tavolo di confronto Conferenza Regioni-Organizzazioni sindacali

09/04/2021

Si è tenuto ieri un incontro fra il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini, e i vertici delle organizzazioni sindacali, rappresentati da Rossana Dettori, Segretario confederale Cgil, Andrea Cuccello, Segretario confederale Cisl, Domenico Proietti, Segretario confederale Uil, e le rispettive federazioni dei pensionati: Antonella Pezzullo, Segretaria nazionale Spi, Piero Ragazzini, Segretario generale Fnp, Carmelo Barbagallo, Segretario generale Uilp, Francesca Salvatore, Segretaria nazionale Uilp. Quello di ieri è stato – secondo i partecipanti – un confronto proficuo sui temi della non autosufficienza, con l’obiettivo di individuare un percorso che porti alla proposta di una legge quadro nazionale che definisca servizi e sostegni adeguati ed uniformi su tutto il territorio nazionale da presentare al Governo e al Parlamento. Si è concordato di attivare nelle prossime settimane un tavolo di confronto tra le organizzazioni sindacali e le Commissioni competenti della Conferenza delle Regioni che lavori ad alcune proposte prioritarie che Regioni e Sindacati possano rappresentare unitariamente all’Esecutivo. Tre le priorità individuate nel confronto di ieri: Un incremento considerevole delle risorse destinate alle politiche per la non autosufficienza, a partire dal fondo nazionale e la necessità di investire sulle risorse umane e sulla loro formazione; L’individuazione urgente dei “Livelli Essenziali delle Prestazioni” (Lep) – così come posto in diverse sedi istituzionali dalla Conferenza delle Regioni e dalle organizzazioni sindacali – per assicurare servizi omogenei su tutto il territorio nazionale per ridurre i divari e le disuguaglianze sociali tra le diverse aree del Paese e per l’integrazione con i LEA sanitari; L’esigenza che tra le azioni del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) che il Governo si appresta a presentare alla Commissione europea abbiano una specifica collocazione: – il rafforzamento della territorialità e della domiciliarità; – l’ampliamento dei servizi per la non autosufficienza e il sostegno alla vita indipendente; – il potenziamento delle infrastrutture sociali, puntando anche sulla digitalizzazione; – l’incremento del sostegno all’abitare e alla vita indipendente come opportunità di contrasto preventivo all’isolamento domestico e al ricovero improprio in strutture residenziali. Infine si è concordato sulla necessità di costituire un livello di confronto che coinvolga i Ministeri competenti e le Associazioni nazionali delle autonomie locali.
Roma, 9 aprile 2021

[Approfondisci]

Buona Pasqua

01/04/2021

Auguriamo una serena Pasqua a tutti gli iscritti Uilp, a tutte le pensionate, a tutti i pensionati e alle loro famiglie.

[Approfondisci]

8 marzo 2021 Giornata internazionale della Donna

05/03/2021

"Il Secondo Alfabeto delle Donne, una battaglia da combattere anche con le parole” lo slogan dell’'iniziativa organizzata in occasione della Giornata Internazionale della Donna, lunedì 8 marzo, da Cgil, Cisl, Uil. Già lo scorso anno le tre Confederazioni avevano pensato ad un “Alfabeto delle Donne” che attraverso alcune delle tante parole che lo rappresentano potesse significare e riconoscere l’indiscutibile protagonismo delle donne nella vita di ognuno nel lavoro, nel sociale e nelle comunità". Un protagonismo che va valorizzato, rispettato e sostenuto ogni giorno, attraverso un linguaggio corretto, un’azione continua di giustizia sociale e il contrasto ovunque di ogni forma di violenza. Al centro dell'iniziativa di quest'anno "Prima linea, scuole chiuse, affetti a distanza, occupazione di qualità, working smart, ripartire in sicurezza, questione culturale, differenze salariali, violenza domestica, le battaglie da combattere anche con le parole" . L’evento, visto il periodo di pandemia, potrà essere seguita dalle ore 9.30 alle 12.30, in diretta streaming sulla pagina Facebook della Cgil, sul sito della Cisl, sulla pagina Facebook e sul sito della Uil.

[Approfondisci]

Subito una Legge quadro nazionale per la Non Autosufficienza

05/03/2021

Comunicato stampa unitario CGIL, CISL, UIL, SPI, FNP, UILP "La Legge quadro nazionale per la non autosufficienza deve essere parte integrante del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza".
 

[Approfondisci]

Cari uomini, abbiamo un problema! Pedretti, Ragazzini e Barbagallo firmano un appello contro la violenza sulle donne

04/03/2021

“Il problema è la violenza maschile contro le donne e non possiamo più fare finta di niente. Perché siamo noi uomini i violenti, non ci sono scappatoie. Firma l’appello su www.abbiamounproblema.it

[Approfondisci]